moneta online

Moneta Online – Come Pagheremo con le Criptovalute!

La moneta online, e per l’esattezza, LA CRIPTOVALUTA (anche se sarebbe più corretto definirla CRIPTOMONETA), rappresenta ciò che è, forse, il più innovativo e discusso metodo di pagamento esistente.
Tuttavia, per capirne il potenziale, è necessario verificare il perché è nata e perché sta avendo tutto questo successo.

La conoscenza di questo mondo, ti permetterà di AVVANTAGGIARTI! non solo a livello tecnologico ma anche finanziario.

MONETA ONLINE: LE ORIGINI

Guarda con attenzione, spiegato da Investire Bitcoin, come nasce questa moneta online:

Per capire le origini, della moneta online, bisogna innanzitutto conoscere, le cause che ne hanno determinato la nascita.

Conoscere la storia del Denaro, è il primo passo che devi fare, se vuoi capirne le motivazioni. Guarda il video qui in basso per conoscere la storia.

Da quello che hai appena visto, la banconota è stata la prima vera responsabile della nascita del debito.

Ciò ha creato l’inflazione e, successivamente, le carte di credito, hanno contribuito ulteriormente a questo sviluppo.

MONETA ONLINE: LA RIVOLUZIONE DEI PAGAMENTI

moneta online evoluzione

 

Capisci, che ogni cambiamento è SEMPRE preceduto da un bisogno o una necessità?

E il bisogno, in questione, è sempre stato il mettere d’accordo compratore e venditore negli scambi commerciali.

Questo bisogno si è sempre tentato di risolvere ma, inevitabilmente, ha creato altri problemi.

Primo tra tutti il fatto di rivolgersi a terzi per le transazioni, sobbarcandoci di costi esorbitanti per le stesse.

COME SONO LE TRANSAZIONI, CON LA MONETA ONLINE?

Questo problema, sembra essere giunto al termine, grazie alla tipologia di transazione che, la moneta online ha.

Tu, fino ad oggi, hai sempre fatto transazioni, dando disposizioni a terzi! La quale, vengono a prendere i soldi direttamente sul tuo conto, per poi effettuare il pagamento.

Ciò che normalmente accade, quando si fa un bonifico oppure si usa una carta di credito e/o bancomat.

Forse non ci fai caso, se sei un consumatore medio, ma, se sei un commerciante, sai benissimo a cosa mi sto riferendo se controlli, quanto paghi, ogni anno in commissioni.

Con la moneta digitale, tutto cambia!

Perché le transazioni sono dirette e non necessitano, nessun intermediario, per pagare il venditore oppure per incassare i soldi.

Questo permette a chiunque 2 migliorie sostanziali:

  1. Transazioni a costo 0;
  2. Pagamenti istantanei.

BITCOIN, LA PRIMA MONETA ONLINE!

bitcoin prima moneta online

 

Tutto è partito, il 31 Ottobre 2008, dove, attraverso un email, un acronimo “Satoshi Nakamoto”, aveva scoperto un metodo, per mettere d’accordo, commercianti e compratori sui beni da scambiare (problema sempre rimasto irrisolto fin dai tempi del baratto).

Fonte (Wikipedia)

Aveva creato, una moneta digitale, decentralizzata, che sfruttasse:

  1. la firma digitale;
  2. la crittografia;
  3. la rete peer to peer (quella di emule e bit torrent per capirci), per diffonderla.

Il sistema prevedeva l’erogazione di un premio in monete, alla risoluzione di complessi algoritmi matematici, secondo determinate modalità:

  1. Partendo da un premio di 50 monete digitali, per ciascun blocco risolto;
  2. Ogni 4 anni, dimezzando il premio, per evitarne l’inflazione;
  3. Raggiunto il tetto massimo di 21 milioni di unità, il sistema cessa l’erogazione (in questo modo entro il 2140).

Inoltre, L’utilizzo della firma digitale permetteva, ulteriori vantaggi, tra i quali:

  1. Al possessore, pur restando anonimo, di dimostrare che fosse l’effettivo proprietario delle stesse;
  2. L’utilizzo della crittografia, permetteva un livello di sicurezza mai raggiunto in passato.

Nacque così la prima moneta elettronica:

Il Bitcoin!

Guarda, qui sotto, il video di Simone Falcini, che spiega, come funziona il bitcoin nel dettaglio:

All’inizio il Bitcoin, era senza valore, poiché si riusciva a estrarre dalla rete, con la sola potenza del proprio PC casalingo.

Il sistema si basava (e anche oggi), sulla condivisione globale, del registro di ogni transazione mondiale.

Questo sistema ne impediva la modifica poiché, qualsiasi malintenzionato, per modificare tale registro, dovrebbe avere la capacità di modificare ogni singolo file, presente in ogni nodo esistente, della rete peer to peer (oltre 7000 nodi più satelliti vari), contemporaneamente.

LA BLOCKCHAIN

Questo registro condiviso, che si aggiorna sempre, in tempo reale con tutti gli altri, viene denominato blockchain, ed essendo condiviso, è immutabile.

Ciò ha reso le transazioni molto più sicure, trasparenti poiché, pur restando anonime, si vedono sul registro.

Inoltre, il fatto che la rete, premiasse i miners (coloro che forniscono la Potenza di calcolo necessaria alla risoluzione dei blocchi), con nuovi bitcoin, questo a portato all’aumento della difficoltà di estrazione, dettato dall’aumento di concorrenza e dell’aumento della difficoltà…..

…ma, in questo modo, le transazioni diventarono sempre più sicure poiché aumenta anche il numero fisico di nodi e quindi il numero dei registri condivisi.

Tutto ciò, comporta, che per continuare a ottenere, il premio in bitcoin, ogni miners, dovrà sempre aumentare la potenza di calcolo, investendo in nuovi hardware e costi accessori.

BITCOIN: L’INIZIO DI UNA NUOVA MONETA ONLINE

bitcoin pizza

 

La prima transazione in bitcoin, fu fatta da un Newyorchese, che diffuse sulla rete, un annuncio che avrebbe regalato, 10.000 Bitcoin a chi gli avesse fatto recapitare a casa 2 pizze.

Un Inglese accolse la proposta e decise, di recapitargli le 2 pizze a casa, incassò i bitcoin e se ne dimenticò….

….di fatto, senza neanche rendersene conto, aveva fissato il valore del Bitcoin a 0.01$.

Successivamente, il bitcoin, fu scambiato anche per videogiochi e musica online fino a che, il bitcoin raggiunse oltre 1000$ di controvalore, rispetto ai 0.01$ iniziali.

COSA HA FATTO AUMENTARE IL VALORE DEL BITCOIN?

Prima di spiegartelo, devi sapere che, nel mercato globale, ciò che ha un qualsiasi valore, è dettato dell’equilibrio tra domanda e offerta di un qualsiasi bene.

Ovvero, la mediazione, della domanda di prezzo, da parte di chi possiede il bene (che tende a venderlo, al prezzo più alto possibile), e dall’offerta di chi è disposto ad acquistarlo (che tende a comprarlo al prezzo più basso).

Appurato un effettivo valore di mercato, naturalmente, come una vera e propria corsa all’oro, tutti quanti si misero a Minare Bitcoin, aumentando la potenza di calcolo di ciascun PC…

…prima, riunendo componenti e creando server dedicati sempre più potenti….

…poi riunendo i server stessi e formando le Mining Pool.

Inversamente proporzionale, all’aumento di concorrenza, diminuiva il premio in bitcoin, a seguito del primo dimezzamento di premio, secondo quanto spiegato in precedenza (da 50 Bitcoin, si è passati a 25 ciascun blocco risolto), proprio nel 2013 (dopo il 4 anno).

RISULTATO!

Aumento di concorrenza + Diminuzione del Premio = Aumento di scarsità di bitcoin (AUMENTA LA DOMANDA E IL SUO VALORE)

Ciò a portato, tutti i proprietari di Bitcoin, ad arricchirsi in poco tempo.

Lo stesso Norvegese, diffusasi la notizia, si ricordò dei suoi bitcoin, e si ritrovò con un controvalore di quasi 900.000$ che subito incassò, comprandosi un appartamento di lusso.

Inutile dire che, fecero così scalpore, che subito nacquero altre criptovalute analoghe al bitcoin. Infatti, ad oggi, ci sono più di 700 criptovalute sul mercato, come puoi vedere qui!

E crescono periodicamente, sia in numero e sia i merchant disposti ad accettare le transazioni.

Tuttavia, ciò che realmente rende valida una qualsiasi Criptovaluta, è la presenza della blockchain.

Che consente la condivisione del registro delle transazioni.

A presto 😉

SE VUOI VALUTARE CIO’ CHE FACCIO CLICCA SUL BOTTONE BLU E VIENI SU MESSENGER!

Seguimi su FACEBOOK e resta Aggiornato!

Oppure YouTUBE

Inserisci il tuo Commento tramite Facebook

Leave A Response